TARI 2019

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

TASSA SUI RIFIUTI (TARI)

 ANNO 2019 

I versamenti della Tari devono essere effettuati in autoliquidazione dai contribuenti entro la data di scadenza delle rate fissate dal Comune (MAGGIO E SETTEMBRE 2019).  

Per aiutare i contribuenti verrà recapitato presso ogni domicilio un avviso di pagamento con allegati i modelli F24 precompilati da utilizzare per i pagamenti.

In caso di mancata ricezione dell'avviso di pagamento, entro le scadenze indicate , il contribuente deve contattare l'ufficio competente per verificare se l’avviso è stato inviato.

I contribuenti sono tenuti a segnalare ogni circostanza rilevante per l’applicazione del tributo, come la modificazione, il trasferimento, la cessazione, la voltura dell’utenza, che vanno dichiarate dal contribuente utilizzando gli appositi modelli che trovate in calce alla presente.

Per informazioni e comunicazioni sui rifiuti:

 

Per consegna dichiarazioni di apertura/variazione/cessazione e ECOCARD rivolgersi allo

 

SPORTELLO TARI PRESSO IL COMUNE DI PIZZIGHETTONE – 2° piano:  GIOVEDI’  ORE 9.00 - 12.30

 

Tel. 0372/7382208

 

E-MAIL : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

1. COS’E’ LA TARI

La TARI, Tassa sui rifiuti, in vigore dal 2014, destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, è una delle componenti della IUC, Imposta unica comunale, istituita dalla Legge n. 147 del 27/12/2013.

La TARI sostituisce dal 2014 la TARES, Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi.

La TARI deve essere pagata da chiunque nel territorio comunale possegga o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani, con vincolo di solidarietà nel caso di pluralità di possessori o di detentori dei locali o delle aree stesse.

In caso di utilizzi di durata non superiore a 6 mesi nel corso del medesimo anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal possessore dei locali o delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, superficie.

Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento del tributo dovuto per i locali ed aree scoperte di uso comune e per i locali ed aree scoperte in uso esclusivo ai singoli occupanti o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi, gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo.

Sono escluse dal tributo:

  1. le aree scoperte pertinenziali o accessorie a civili abitazioni, quali i balconi e le terrazze scoperte, i posti auto scoperti, i cortili, i giardini e i parchi;
  2. le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili ad eccezione delle aree scoperte operative;
  3. le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 c.c. che non siano detenute o occupate in via esclusiva, come androni, scale, ascensori, stenditoi o altri luoghi di passaggio o di utilizzo comune tra i condomini.

Non sono altresì soggetti alla TARI i locali e le aree che non possono produrre rifiuti o per loro natura o per il particolare uso a cui sono stabilmente destinati o perché risultino in obiettive condizioni di inutilizzabilità.

2. DETERMINAZIONE DELLA TARI

Il tributo da corrispondere è commisurato ad anno solare e computato in base al periodo effettivo di occupazione o detenzione dei suddetti locali o aree scoperte espresso in giorni.

La tariffa del tributo si compone di una quota fissa e di una quota variabile ed è distiinta in utenza domestica e utenza non domestica.

Per le UTENZE DOMESTICHE, la tariffa varia in ragione della superficie dell’immobile ed è graduata a seconda del numero degli occupanti l’immobile. Per le utenze domestiche condotte da persone fisiche che vi hanno stabilito la propria residenza anagrafica, il numero degli occupanti è quello del nucleo familiare risultante all’Anagrafe del Comune. Devono comunque essere dichiarate anche le persone che non fanno parte del nucleo familiare anagrafico e dimorano nella stessa unità immobiliare (art. 33 del Regolamento comunale IUC).

Per le UTENZE NON DOMESTICHE, la tariffa varia in ragione della superficie dei locali/area e si distingue a seconda della tipologia di attività economica svolta.

3. RIDUZIONI ED AGEVOLAZIONI

Tutte le riduzioni sono concesse unicamente con richiesta da parte dell’interessato utilizzando gli appositi modelli, scaricabili dalla sezione modulistica.

RIDUZIONI ED AGEVOLAZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE

Riduzione della tariffa per:

1 - abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell’anno solare, tra cui:

  • abitazioni per le quali non è possibile interrompere la fornitura dei servizi di rete (gas, acqua, energia elettrica) in quanto necessari per il mantenimento e la conservazione dell’immobile medesimo
  • abitazioni sfitte e mai utilizzate nel corso dell’anno;

2 - locali, diversi dalle abitazioni, e aree scoperte adibiti ad uso stagionale, o a uso non continuativo, ma non ricorrente purché non superiori a 183 giorni all’anno solare;

3 - abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero per motivi di studio o di lavoro;

Le suddette riduzioni tariffarie competono a richiesta dell’interessato e decorrono dal giorno della dichiarazione presentata all’ufficio.

Riduzione quota variabile della tariffa per la raccolta differenziata a quegli utenti che aderiscono al progetto di incentivazione del compostaggio domestico con decorrenza dalla data di presentazione della domanda e utilizzo del compostore.

A decorrere dal 2015, la TARI viene applicata in misura pari ad un terzo in relazione all’unica unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’AIRE, già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso. La riduzione ad un terzo riguarda la sola quota variabile della tariffa e si estende anche alle pertinenze dell’unità immobiliare ove a loro volta non locate o date in comodato d’uso a terzi.

La disposizione ha effetto dal 2015 ed è necessario presentare al Comune una autocertificazione (unica per tutta la IUC) che può scaricare qui (Dichiarazione sostitutiva AIRE);

RIDUZIONI ED AGEVOLAZIONI PER LE UTENZE NON DOMESTICHE

Riduzione della tariffa nel caso di:

  • locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, a condizione che:
    - l’utilizzo non superi 183 giorni nel corso dell’anno solare;
    - le suddette condizioni risultino dalla licenza o da altra autorizzazione amministrativa rilasciata dai competenti organi. In assenza di autorizzazione stagionale, l’uso stagionale può essere comprovato in fatto attraverso l’esibizione del registro dei corrispettivi.

Riduzione per riciclo-recupero

Alle utenze non domestiche che avviano al recupero rifiuti assimilati attraverso canali diversi da quelli definiti come raccolta urbana dal contratto di servizio verrà applicata una riduzione sulla parte variabile della tariffa con riferimento ai rifiuti che il produttore comprova di avere avviato al recupero/riciclo medesimo.

La riduzione, che comunque non potrà essere superiore, nella misura massima, al 60% della quota variabile della tariffa, è calcolata sulla base della quantità effettivamente avviata al recupero/riciclo rapportata ai coefficienti di produzione per la specifica categoria non domestica.

Nel calcolo dei quantitativi avviati al riciclo presi in considerazione per la determinazione della riduzione, sono esclusi i rifiuti conferiti al servizio pubblico e i rifiuti da imballaggio non assimilati.

 

4. PAGAMENTO

La TARI viene riscossa direttamente dal Comune di Pizzighettone.

Per l’anno 2019 il versamento della TARI dovrà essere effettuato in 2 rate con le seguenti scadenze:

  • 1° rata in ACCONTO 31 MAGGIO 2019  
  • 2° rata  a SALDO 30 SETTEMBRE 2019

con possibilità per il contribuente di effettuare il versamento in un’unica soluzione entro la scadenza della 1° rata.

Il versamento della TARI è effettuato con F24 precompilato, che viene recapitato presso il domicilio del contribuente.

Il pagamento del modello F24 può essere eseguito presso tutti gli sportelli delle banche, delle Poste e degli agenti della riscossione senza spese di commissione.

Diverse banche offrono la possibilità di compilare e pagare il modello F24 via internet, mediante i servizi di home banking.

 

In caso di mancata ricezione dell'avviso di pagamento, entro le scadenze indicate , il contribuente deve contattare l'ufficio tributi comunale per verificare se l’avviso è stato recapitato.

RIFIUTI PRODOTTI DURANTE MANIFESTAZIONI:

Per eventi sportivi, manifestazioni gastronomiche, manifestazioni socio-culturali o del tempo libero, con occupazione di aree comunali, è tenuto a corrispondere il tributo il promotore della manifestazione, titolare dell’autorizzazione. La dichiarazione deve avvenire almeno 10 (dieci) giorni antecedenti la data di inizio della manifestazione/evento. Il pagamento del tributo deve avvenire entro l’ultimo giorno feriale utile prima dell’inizio della manifestazione/evento.

5. ATTI 2019

-   Delibera aliquote TARI

-   Regolamento IUC 

6. DOCUMENTAZIONE TARI 2019 

MODULISTICA UTENZE DOMESTICHE (UD):

MODULISTICA UTENZE NON DOMESTICHE (UND):

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Accetto i cookies per questo sito. Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.